Project Management

L’espressione Project Management (trad: gestione di progetto) si riferisce alla gestione dell’insieme delle attività aziendali sia front che back office.

A svolgere questa mansione è, solitamente, una figura altamente qualificata, il Project Manager, in grado di condurre e svolgere analisi relative alla progettazione, pianificazione e realizzazione degli obiettivi fissati dall’Azienda.

In altre parole, per project managment deve intendersi la capacità di seguire un determinato progetto in ogni sua fase evolutiva nel rispetto di precisi vincoli assegnati dalla committenza, sia essa esterna che interna, i vincoli che un devo essere rispettati sono di solito legati a tempi, costi, risorse allocate, obiettivi e qualità del prodotto finito.

Il Project Management Institute (PMI) definisce il project management come l’applicazione di conoscenze, attitudini, strumenti e tecniche alle attività di un progetto al fine di conseguirne gli obiettivi.

Su PMI.it trovi tutte le informazioni utili per svolgere al meglio le attività di project managment: i migliori software, le certificazioni e i corsi da seguire per poter svolgere il lavoro di Project Manager, requisiti minimi e aggiornamenti necessari.

Tradotto in maniera letterale, significa “catena di distribuzione”.

Lo scopo è rendere l’azienda più efficace, efficiente e pronta a rispondere alle esigenze dei clienti e dei fornitori.

Per supply chain s’intende quindi, un sistema di organizzazioni, persone, attività, informazioni e risorse coinvolte nel processo atto a trasferire o fornire un prodotto o un servizio dal fornitore al cliente.

supply chain

Questo processo, come già detto molto articolato e complesso, comincia con le materie prime, continua con la realizzazione del prodotto finito e la sua gestione di magazzino, e termina con la fornitura del prodotto finale al cliente. L’intero iter è diviso in vari step, e in ogni step sono coinvolte diverse figure professionali.

 

Il termine Big data ("grandi dati") descrive l'insieme delle tecnologie e delle metodologie di analisi di dati massivi, ovvero la capacità di estrapolare, analizzare e mettere in relazione un'enorme mole di dati eterogenei, strutturati e non strutturati, per scoprire i legami tra fenomeni diversi e prevedere quelli futuri.

 BigData

Si definisce la Business Intelligence come il processo di “trasformazione di dati e informazioni in conoscenza” al fine dell'utilizzo in processi decisionali strategici, in modo che questi siano supportati da informazioni coerenti, aggiornate e altamente precise.

Business Intelligence: sistema di raccolta del patrimonio dati di un'azienda

La Business Intelligence è un sistema di modelli, metodi, processi, persone e strumenti che rendono possibile la raccolta regolare ed organizzata del patrimonio dati generato da un’azienda. Inoltre attraverso elaborazioni, analisi o aggregazioni, ne permettono la trasformazione in informazioni, la loro conservazione,reperibilità e presentazione in una forma semplice, flessibile ed efficace, tale da costituire un supporto alle decisioni strategiche, tattiche ed operative.
 
bi
 

Il CRM (Customer Relationship Management) è la piattaforma fondamentale per gestire ogni attività di marketing e vendita per qualsiasi startup, azienda e organizzazione.

I sistemi CRM non fanno nient’altro che collegare informazioni su clienti provenienti da varie fonti, tra cui ad esempio email, siti web, negozi fisici, eventi, call center, vendite mobili e sforzi di marketing e advertising online, ecc. ecc.

crm

 

Con il CRM è possibile infatti memorizzare clienti, contatti, informazioni, aziende, lead e opportunità di vendita; l'obiettivo è semplice: migliorare le relazioni commerciali. 

Un CRM aiuta le aziende a rimanere in contatto con i clienti in modo sistematico, semplifica e rende efficiente i processi e migliora la redditività.

Negli ultimi anni i modelli di gestione aziendale si sono dovuti adattare alle nuove condizioni “turbolente” di produzione, caratterizzate da altissima competizione e richieste di maggiore produttività, velocità e qualità. Un contesto che ha portato al cambiamento della natura dei progetti da gestire, per i quali i principi del management “tradizionale” non bastano più.
Proprio per aiutare i PM e l’organizzazione aziendale nella gestione di “progetti complessi”, sono state introdotte metodologie e tecniche evolute di project management: il metodo AGILE e SCRUM.

agile