Il termine Big data ("grandi dati") descrive l'insieme delle tecnologie e delle metodologie di analisi di dati massivi, ovvero la capacità di estrapolare, analizzare e mettere in relazione un'enorme mole di dati eterogenei, strutturati e non strutturati, per scoprire i legami tra fenomeni diversi e prevedere quelli futuri.

 BigData

 

Una ricerca su Google, un nostro acquisto al supermercato, una foto, un messaggio vocale, un tweet. Tutti questi sono dati. La maggior parte delle nostre attività quotidiane, oggi, crea dei dati, che possono essere raccolti, analizzati e monetizzati.

Quei data set crescenti che sembrano far esplodere i database aziendali saranno le chiavi della competitività, della crescita del business e dell’inovazione. In che modo?

  • aiutando a capire le reazioni dei mercati e la percezione che questi hanno dei brand;
  • identificando i fattori chiave che muovono le persone ad acquistare un certo servizio o un determinato prodotto;
  • segmentando la popolazione per personalizzare quanto più possibile le strategie d’azione;
  • abilitando nuove sperimentazioni consentite dalla disponibilità di dati inediti;
  • guadagnando in predittività, grazie a uno storico di informazioni talmente ad ampio raggio e puntuale da consentire simulazioni molto più che verosimili;
  • abilitando nuovi modelli di business.