Tradotto in maniera letterale, significa “catena di distribuzione”.

Lo scopo è rendere l’azienda più efficace, efficiente e pronta a rispondere alle esigenze dei clienti e dei fornitori.

Per supply chain s’intende quindi, un sistema di organizzazioni, persone, attività, informazioni e risorse coinvolte nel processo atto a trasferire o fornire un prodotto o un servizio dal fornitore al cliente.

supply chain

Questo processo, come già detto molto articolato e complesso, comincia con le materie prime, continua con la realizzazione del prodotto finito e la sua gestione di magazzino, e termina con la fornitura del prodotto finale al cliente. L’intero iter è diviso in vari step, e in ogni step sono coinvolte diverse figure professionali.

 

 

Supply chain management

Il supply chain management (o SMC) è, di conseguenza, il coordinamento delle varie fasi che concorrono a creare la supply chain di un ente o di un’azienda, così da migliorare le prestazioni e l’efficienza dell’intero flusso di approvvigionamento risorse e stoccaggio di prodotti finiti. Detto altrimenti, si può parlare di gestione delle diverse attività logistiche di un’azienda.

Le attività che definiscono il supply chain management sono nove (che, solitamente, si svolgono in questo preciso ordine):

  1. Marketing;
  2. Rapporti con i fornitori;
  3. Approvvigionamenti;
  4. Gestione e stoccaggio scorte materie prime;
  5. Produzione;
  6. Gestione e stoccaggio delle scorte di prodotti finiti;
  7. Gestione ordini d’acquisto;
  8. Gestione delle consegne;
  9. Logistica di ritorno.

 

Vantaggio competitivo

Una supply chain efficiente e ben organizzata comporta un grande vantaggio competitivo, in quanto permette di ottimizzare le risorse a disposizione, evitare gli sprechi ed essere più veloci nel soddisfare le richieste dei clienti. Proprio per questo, sempre più aziende decidono di ricorrere alla gestione in outsourcing della logistica avanzata.